Sydney

Luoghi da visitare a Sydney

Sydney Opera House

opera houseL'Opera House di Sydney è stato progettato dall'architetto danese Jørn Utzon, affiancato per i calcoli strutturali dalla società di ingegneria londinese Arup. Secondo alcuni critici, i gusci a sezione sferica possono ricordare la flottiglia di barche a vela che si reca in crociera nei mari australiani. Il teatro dell'opera venne inaugurato dalla regina Elisabetta II del Regno Unito il 20 ottobre 1973. L'apertura fu trasmessa in televisione, con fuochi d'artificio e l'esecuzione della Nona sinfonia di Beethoven. Nella sala dei concerti si trova il Grande Organo a Canne, un organo dotato di 10.500 canne, installato nel 1979. Nel 2007 è entrato a far parte dei Patrimoni dell'Umanità sotto l'egida dell'UNESCO.

Harbour Bridge

harbour bridgeL'Harbour Bridge di Sydney, è un capolavoro d'ingegneria e fu ultimato nel 1932. Prima di allora gli unici collegamenti tra il City Centre a sud del porto e la zona residenziale a nord erano effettuati con i ferry o con un tortuoso percorso stradale di 20 Km attraverso cinque ponti. Impiegarono 8 anni per costruire l'arco della campata unica, nota come "Coathanger" (gruccia), che comprende anche una linea ferroviaria ed il passaggio pedonale. Il ponte è stato costruito a sezioni sul sito dell'attuale Luna Park.

The Rocks

the rocksChiamata così per le scogliere che ne costituivano il tratto distintivo, la zona ha avuto un ruolo essenziale nello sviluppo di Sydney. Nel 1788, al comando del governatore Phillip, i First Fleeters vi si accamparono e con il loro duro lavoro i deportati realizzarono opere come le strade scavate nella roccia. L'Argyle Cut, una via realizzata usando solo scalpello e martello, fu cominciata nel 1843 e completata in 18 anni. Prima del 1900, The Rocks, erano un luogo malsano; la via che oggi si chiama Suez Canal un tempo era Sewer's (fogna) Canal. Oggi questi sono luoghi pieni di storia e ricchi di atmosfera coloniale.

Circular Quay

circular quayCircular Quay, che un tempo veniva chiamato Semi-Circular Quay, è spesso indicato come il "luogo di nascita dell'Australia". Qui nel gennaio 1788, un carico di deportati, soldati e ufficiali sbarcò dalla First Fleet e James Cook proclamò la nascita della nuova colonia britannica del Nuovo Galles del Sud. Oggi la gente si raduna qui per le celebrazioni nazionali o della città: nel Quay e ai Rocks, per esempio, si tengono i festeggiamenti del Capodanno. Nel 1994 Circular Quay fece da cornice alla marea di gente che vide Sydney aggiudicarsi le Olimpiadi del 2000.

City Centre

city centreIl primo grattacielo della città, il Culwulla Chambers, venne costruito nel 1913. Hyde Park, all'estremità del centro, era un ippodromo, e lungo Elizabeth Street c'erano taverne dove si scommetteva. Oggi è un'oasi di pace, mentre il centro commerciale della città ospita grandi magazzini e gallerie. Il relativamente piccolo City Centre di questa metropoli, sembra essere stipato in pochi isolati. Visto che Sydney è cresciuta in modo casuale, non c'era possibilità di espansione per la city in quello che oggi è un importante centro internazionale. Ora che molti sono tornati a vivere in questa zona, si sta imponendo una movimentata scena notturna di caffè, ristoranti e teatri.

Sydney Tower Eye

tower eyeÈ il più alto punto panoramico di tutto l'emisfero australe: La Sydney Tower Eye fu ideata negli anni settanta come parte del centro commerciale Centrepoint e completata solo nel 1981. Più di un milione visitano ogni anno la torretta, godendo della straordinaria vista a 360° sullo Skyline di Sydney. All'ultimo piano è possibile intraprendere un viaggio multimediale dell'Australia attraverso una serie di porti virtuali.

Giardini Botanici

botanic gardenI Giardini botanici reali, sono un'oasi di 30 ettari nel cuore della città, occupano una splendida posizione attorno a Farm Cove, all'estremità del porto. I giardini sono anche il luogo dove sorse il primo podere della colonia. Oggi ci sono fontane, statue e monumenti sparsi un pò ovunque. Gli esemplari di piante che Joseph Banks raccolse nel 1770 durante il viaggio del capitano James Cook lungo le coste dell'Australia si possono ammirare all'Erbario nazionale, un importante centro di ricerche sulla flora australiana.

State Theatre

state theatreLo State Theatre risalente al 1929, è uno tra i più importanti cinema della città di Sydney, dove oggi vengono proiettate le prime dei film più acclamati del momento. È di stile barocco, con al suo interno statue e colonne di marmo; il lampadario dell'auditorium è composto da 20.000 elementi che illuminano tutta la sala. Molto importante è anche l'organo Wurlitzer, che prima di ogni spettacolo emerge da sotto il palco.

Gli eventi principali

Sydney Festival

Periodo: Fine Gennaio

Sydney Mardi Gras

Periodo: Marzo

Vivid Sydney

Periodo: Fine Maggio - Inizio Giugno

Bondi Wind Festival

Periodo: Settembre

Syd - Hobart Yacht Race

Periodo: 26 Dicembre

Sydney New Year's Eve

Periodo: 31 Dicembre

Le spiagge di Sydney

Bondi Beach

bondi beachQuesta famosa spiaggia di sabbia dorata è sempre stato il punto di ritrovo per gli appassionati di sole e di surf. I surfisti vi giungono da tutto il mondo alla ricerca della "grande onda", e i pattinatori mostrano la propria destrezza sulla passeggiata. Oltre che per la spiaggia, Bondi è: frequentato per l'ambiente cosmopolita e i caffè alla moda.

Manly Beach

manly beachSe si chiede ai cittadini per una gita fuori porta, la maggior parte vi suggerirà l'escursione in traghetto di 11 km dalla Circular Quay sino a Manly. A destra del molo di Manly si trova il luna park che occupa l'adiacente pontile e, a sinistra, la tranquilla spiaggia che affianca il porto, nota come Manly Cove, dove al termine della spiaggia vi è il famoso Oceanworld.

Cose da fare

La scalata dell'Harbour Bridge

scalata harbour bridgeUno dei simboli che rappresentano la baia di Sydney, è certamente l’Harbour Bridge che tramite i suoi 1.149 m, collega il CBD (Central Business District) con la zona nord della città chiamata North Shore. Oltre a svolgere il compito per cui ogni ponte è stato concepito, questa imponente icona è anche meta di una particolare tipologia di turismo; Il climbing. Per le persone più impavide, che non soffrono di vertigini, c’è la possibilità tramite tour organizzato di salire fino in cima alla sommità del ponte (134 m), per ricevere alla conclusione della meta una ricompensa unica nel suo genere… Continua

Nel cuore delle Blue Mountains

Blue MountainsIl Parco Nazionale delle Blue Mountains, è il luogo ideale per gli amanti delle attività naturalistiche. Per gli appassionati del trekking (chiamato anche bushwalk), il parco offre moltissimi percorsi da percorrere, regalando passo dopo passo paesaggi mozzafiato, che rendono il percorso entusiasmante ed interessante. Grazie alla morfologia a strapiombo delle Blue Mountains, alcune pareti sono l’ideale per gli appassionati di Rock Climbing e molto altro ancora... Continua