Australia Day: Cosa si festeggia?

 

Il 26 Gennaio, in Australia, si festeggia l’Australia Day, ma cosa si festeggia esattamente? Per comprenderlo appieno, bisogna partire obbligatoriamente da alcuni cenni storici molto importanti.

Cenni storici

Il 26 Gennaio del 1788, il capitano Arthur Phillip, prese ufficialmente possesso della colonia del New South Wales, innalzando per la prima volta la bandiera del Regno Unito.

Nel susseguirsi degli anni, a questa ricorrenza, vennero attribuiti molti nomi diversi come “First Landing” o “Foundation Day” (1808), “Anniversay Day” (1888) con la sola eccezione di Adelaide, ma fu solo nel 1935 che in tutti gli stati australiani si celebrò il 26 Gennaio con il nome di “Australia Day“, anche se nel New South Wales era ancora chiamata “Anniversary Day“.

Nel 1936 iniziarono i preparativi per il 150° anniversario, e fu istituito il “Celebration Council“. Nel medesimo anno il New South Wales, fu il primo stato che sostituì l’ormai tradizionale week-end festivo (istituito nel 1818), con un unico giorno di festa chiamato “Anniversary Day“.

L’unificazione di tutti i festeggiamenti con il nome di “Australia Day” in un unico giorno, fu decretata nel 1946, spostando il giorno di vacanza al lunedì immediatamente successivo al 26 Gennaio; fu solo nel 1994 che in tutti gli stati australiani si adottò l’Australia Day come unico giorno di vacanza.

Il bicentenario

Nel 1988, si celebrarono i primi 200 anni dall’arrivo della First Fleet, e furono organizzate celebrazioni su larga scala con molti eventi di rilievo che si svolsero in tutte le principali città. Oltre 2,5 milioni di persone parteciparono alle celebrazioni di Sydney, dove si poté assistere a parate, concerti, tra cui spettacoli sui gradini e sul piazzale dell’Opera House e in molti altri luoghi pubblici, arte e concorsi letterari, rievocazioni storiche, e l’apertura del Museo Powerhouse nella sua nuova ubicazione. Una rievocazione dell’arrivo della First Fleet, ha avuto luogo nel porto di Sydney, con l’arrivo delle navi, che iniziarono la navigazione da Portsmouth un anno prima delle celebrazione del bicentenario.

Le celebrazioni contemporanee

L’Australia Day oggi, è caratterizzato da festeggiamenti in tutto il Paese, con l’esibizione dell’Air Force Australiana in alcune città, agli spettacoli di fuochi d’artificio tra cui il più famoso, il Lottery Skyworks di Perth. Durante la giornata di festeggiamenti, vengono assegnati premi nazionali molto prestigiosi, quali “Order of Australia” e “Australian of the year” per gli eccezionali meriti conseguiti, premi come l’Australia Day Achievement Medallion, è un premio riservato alle personalità civili che si sono distinte sulla base di eccellenza nelle organizzazioni, sia governative e non governative. In questo giorno c’è anche l’occasione per dare il benvenuto ai nuovi cittadini australiani, tramite la consegna del certificato di cittadinanza. Non possono mancare i numerosi barbecue con famiglia ed amici.

La contestazione aborigena

Non per tutti l’Australia Day è un giorno da ricordare con orgoglio e felicità, infatti per gli aborigeni questo giorno è rinominato “Invasion Day” (Giorno dell’invasione), ricordando la decimazione della loro popolazione, la confisca dei terreni considerati sacri, con la conseguente distruzione della loro cultura e tradizione. Recentemente, diversi gruppi aborigeni, hanno rinominato l’Invasion Day in Survival Day, ringraziando i coloni stranieri di non aver completamente sterminato i loro antenati.

 

Sito ufficiale: australiaday.org.au

Lascia una Risposta